Archivio tag: acqua

acqua non si vende

Case dell’acqua: nessun alibi per la potabilità

A fronte dell’annuncio sulla stampa della prossima installazione di case dell’acqua a Bosa e Planargia il Comitato Acqua Bene Comune Planargia e Montiferroesprime soddisfazione ricordando come questa sia una battaglia che il Comitato porta avanti da anni, dato che le case dell’acqua, nella loro versione essenziale e non sovraccaricata di costosi e superflui accessori, sicuramente migliorano la situazione rispetto allo spreco assurdo di bottiglie di plastica e soldi privati e pubblici.

Si approfitta tuttavia per porre alcune questioni: anzitutto va detto che le case dell’acqua devono sostituire l’acqua minerale in bottiglia, non l’acqua di casa, per la quale deve essere comunque garantita la potabilità dal gestore Abbanoa e sulla quale la trasparenza e l’attenzione delle Amministrazioni Comunali deve essere massima. Le firme di 1.600 persone, su questo aspetto, sono un fatto assai importante. La battaglia per l’acqua pubblica, dunque, prescinde dalle case dell’acqua.

Chiediamo inoltre all’Amministrazione di valutare la soluzione anche solo di un decloratore o filtro posto immediatamente prima del rubinetto delle fontanelle di acqua pubblica già esistenti nelle zone abitate. Una soluzione da privilegiare anche perchè meno costosa. il Comitato aveva già fatto pubblica richiesta alla precedente amministrazione, senza risultato.
In ogni caso chiediamo decisamente e a gran voce che, nel caso di installazione di casa dell’acqua, venga esclusa la marca Soda Stream. Molti non sanno che l’azienda israeliana ha La sua principale fabbrica in un insediamento israeliano nei Territori palestinesi occupati, ritenuti illegali dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU, dalla Corte Internazionale di Giustizia e da tutte le istituzioni europee. Ricordiamo che, per questo motivo, Legambiente, che aveva stipulato un contratto di sponsorizzazione con Sodastream, venuta a conoscenza delle violazioni dei diritti umani, ha rescisso il contratto; WWF, ignaro, coinvolto in un’iniziativa promozionale di Sodastream, ha negato l’uso del proprio logo; Oxfam Italia ha sospeso i rapporti con Paola Maugeri a causa del suo ruolo da testimonial per Sodastream. E il Comune di Trieste ha ritirato un prodotto Sodastream previsto come premio per un concorso sulla raccolta differenziata.

Custa befa non mi la bufo

conciliazione acquaDopo tanto tempo, è iniziata la procedura di conciliazione frutto dell’accordo tra Comune di Bosa e Abbanoa, sottoscritto dal Sindaco e dal responsabile dei rapporti col pubblico per Abbanoa, durante l’assemblea del 30 Luglio convocata allo scopo, e che fu letto di fronte a tutti.

Finalmente ora siamo a conoscenza del modulo proposto, dove  all’utente: 1) si propone in forma possibilista l’applicazione della prescrizione dal 2006 (quando sappiamo che fino al 2009 le bollette sono già ora prescrivibili) dunque concedono un diritto che già abbiamo 2) si prefigura una rateazione dell’ìmporto concordato proporzionata al reddito (massimo 60 rate per i redditi più bassi) 3) ma si impone il pagamento di interessi superiori al 2% sulla rateazione, infine 4) si ignorano periodi di non potabilità dell’acqua. Continua a leggere